Ricette/ Secondi

Coda di rospo, gazpacho e cialda croccante alle olive.

Un piatto che profuma di Andalusia, con un fresco gazpacho, tradizionale zuppa spagnola, che accompagna la delicata carne della coda di rospo e per completare, una nota croccante con la cialda di olive nere.

coda_di_rospo_gazpacho_e_croccante_di_olive_nere_2

Cosa ho utilizzato (quantità per tre/quattro persone): coda di rospo 600gr, timo, menta; per la cialda: olive nere 100gr, riso venere 2 cucchiai, farina “00” 1 cucchiaio raso; per il gazpacho: pomodori maturi 600 gr, peperone verde 1/2, cetriolo 1/2, cipolla bianca 1/4, aceto 3 cucchiai, sale 1/2 cucchiaino, olio extra vergine di oliva, aglio 1 spicchio, pane raffermo 1 fetta, cumino.

[columns_row width=”half”] [column]Dosi per:  4 persone[/column] [column]Preparazione: 40 minuti[/column] [column]Difficoltà: media[/column] [column]Cottura: 25 minuti[/column] [/columns_row]

Come prima cosa mi sono dedicato alla preparazione della cialda di olive, non nascondo che si è trattato di un esperimento che mi ha dato grande soddisfazione!

coda_di_rospo_gazpacho_e_croccante_di_olive_nere

Innanzi tutto ho messo ad asciugare il riso venere nel forno caldo a 80° per venti minuti. Una volta freddato, l’ho frullato e poi pestato con il mortaio per ottenere una farina “nera”, che poi ho setacciato per eliminare i grani più grossi. A questa farina ho aggiunto un cucchiaio raso di farina 00 e ho mescolato il tutto con poca acqua in modo da ottenere una pasta nera e morbida.

Ho denocciolato le olive e le ho tagliate al coltello. Una volta ridotte in piccoli pezzetti, le ho mescolate insieme alla pasta nera. Consiglio di aggiungere la pasta poco per volta, la sua funzione, infatti, è solo quella di amalgamare bene le olive fra loro in modo da ottenere un impasto morbido.

Ho steso l’impasto tra due fogli di carta forno e ho infornato a 100° per circa venti minuti. Il risultato deve essere una sfoglia croccante e non troppo sottile.

A questo punto sono passato al gazpacho. Ho messo nel frullatore tutti gli ingredienti, i pomodori sbucciati e privati dei semi, il peperone a fette, il cetriolo pulito e senza semi, la cipolla, lo spicchio d’aglio e il pane raffermo ammorbidito in acqua tiepida e ben strizzato.

Ho aggiunto l’aceto, l’olio e il sale e un pizzico di cumino,  e ho continuato a frullare fino ad avere una crema fluida. Una volta pronta l’ho messa a raffreddare in frigo.

Ho tagliato la coda di rospo in pezzi alti tre centimetri e li ho cotti in una padella antiaderente con un filo d’olio per un paio di minuti per lato, in modo da rosolarla per bene.
L’ho tagliata in cubetti e l’ho servita su un letto di gazpacho, accompagnata dal croccante di olive nere.

coda_di_rospo_gazpacho_e_croccante_di_olive_nere_4

Buon appetito.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply