Primi/ Ricette/ Ricette popolari/ Vegetariano

Spaghetti ai cinque pomodori

Inutile negare che non avrei mai preparato questo piatto se non avessi conosciuto gli spaghetti al pomodoro di Massimo Bottura.
Così, pur senza aver mai assaggiato, mio malgrado, quelli del Maestro Bottura mi sono voluto cimentare nella preparazione di un piatto di pasta al pomodoro, utilizzandolo nelle sue varie forme: secco, confit, pelato, passato e fresco. 

pasta ai 5 pomodori

Cosa ho utilizzato: 20 pomodori ciliegini, 5 pomodori secchi, passata di pomodoro 300gr, pomodori ramati 4, pomodori pelati 150gr, olio evo, basilico

Dosi per: 2/3 persone

Preparazione: 150 minuti (confit)

Difficoltà: facile

Cottura: 35 minuti

Per ovvie ragioni di tempo, ho iniziato preparando i pomodori confit.
Ho inciso la buccia a croce, li ho tenuti per alcuni minuti in acqua bollente, per poi passarli sotto acqua fredda in modo da spellarli più facilmente.
Disposti in una teglia li ho conditi con olio, sale e un pizzico di zucchero e li ho messi in forno preriscaldato a 120° per almeno 2 ore.

Nel frattempo ho preparato i pomodori freschi. Ancora una volta, ho inciso la buccia, ma questa volta li ho cotti al vapore per qualche minuto, utilizzando gli appositi cestelli. A cottura ultimata, li ho spellati e messi da parte. 

A questo punto, ho messo i pomodori secchi in acqua per farli riprendere. Dopo averli ben strizzati, li ho frullati con un filo d’olio fino ad ottenere un composto cremoso.
In fine, ho messo a cuocere la passata di pomodoro in una padella capiente aggiungendo un cucchiaio di olio e la crema di pomodori secchi.
Dopo circa 10 minuti ho aggiunto i pomodori pelati tagliati a filetti.
Trascorsi altri 10 minuti, ho aggiunto i pomodori ramati cotti a vapore e dopo ancora 5 minuti, i pomodori confit.
Ho lasciato cuocere il sugo per ulteriori 5 minuti e infine ho aggiunto qualche foglia di basilico fresco.

Una volta pronto il condimento, ho cotto la pasta in abbondante acqua leggermente salata e l’ho scolata molto al dente, così da poterla mantecare nel sugo insieme ad un paio di cucchiai di acqua di cottura.

Il risultato, all’apparenza, non è molto diverso da una semplice pasta al sugo, ma vi assicuro che il gusto è sorprendentemente ricco.

Buon appetito!

(Visited 23 times, 1 visits today)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply